Posts Tagged ‘Burka’


Allora che Beppe Grillo urli, va be’ non lo approvo ma è un modo di scuotere una politica assopita,

che voglia fare le liste civiche, va be’ non avevamo bisogno di un altro partitino ma la pluralità garantisce la democrazia

che voglia fare con il blog l’agitatore, va be’ ma secondo me gli riusciva meglio da  comico

ma che venga a fare il professorino da cattedre ed incitare le “femministe” che si dovrebbero ribellare contro gli stupri, NO QUESTO PROPRIO MI INDIGNA.

Ma perchè gli uomini non si dovrebbero indignare? Perchè dovrebbero scendere in piazza solo una categoria di persone come se lo stupro fosse una violenza a senso unico?

Non lo è lo stupro a senso unico, è una violenza contro tutti e di tutti, uomini e donne. Non posso dire a mio figlio vado a manifestare contro gli stupri ma fa niente se tu e papà non venite. NON FUNZIONA COSI’. MAI. Contro la violenza siamo tutti, uomini e donne uniti.

La soluzione del burka poi è talmente esagerata che mi sembra più da titolo di giornalaccio di destra che da blog che fa antipolitica.


Prima che questa bellissima giornata lavorativa si spiegasse in tutto il suo splendore, ho fatto la solita oretta di metro in compoagni di un bel terzetto che  mi hanno offerto uno spaccato di vita familiare veramente interessante, ovviamente da un punto di vista sociologico….

Padre sessantenne, madre pure, figlio quarantenne +o-. Il figlio parlava a voce alta, i toni erano volutamente femminili, proprio come quando i comici fanno parodie dei gay. Parlava male della sinistra italiana, credo ostinatamente a voce alta perchè io ero tutta intenta a leggere la Repubblica che lui continuava a fissare.

Poi dal suo Libero emerge la news sull’OK del Burka da parte del Prefetto di Treviso. Inizia così la parodia tra madre e figlio.
LUI: Mamma, vedi, adesso dobbiamo andare tutti mascherati in giro…
LEI: Hai ragione, caro ( ha detto caro, lo giuro ) che cosa ci tocca sentire e vedere ( Il tono di lei è quello che usavo io quando il bambino faceva i capricci a 5 anni )
::::::::
LUI: Adesso il burka lo facciamo mettere a Luxuria e alla Bindi così non se ne vanno in giro con quelle facce (gesticola animatamente quando fa i nomi)
LEI:
Annuisce e carezza il capo al piccolo quarantenne
PADRE: No è meglio che lo facciamo vestire da uomo a Luxuria, che è quello che si merita (più vecchio=più saggio)
LUI: Ma no papà che dici! Io gliela voleva coprire quella brutta faccia…. D’altronde papà chi è causa del suo mal ….
PADRE:
Non ha sentito, secondo me si è addormentato
LUI: Papà, chi è causa del suo mal ….. ( isterico il tono stavolta )
LEI:
Ma è ovvio non pianga se stesso….

Fortunatamente per me, sono arrivata in tempo per non suicidarmi.

P.S. Secondo me lui era palesemente geloso di Luxuria, assolutamente.
P.S. 1 Già essere diversi non è facile in questa società, ma esserlo con una famiglia così deve essere terribile
P.S. 2 Mi ha dato l’idea di un possibile serial-killer per la cattiveria repressa