Archive for the ‘Salute e benessere’ Category


Forse lasciare il blog non mi ha fatto benissimo … stamattina mi ritrovo con 5-6 chili in più rispetto alla primavera dell’anno scorso. Che faccio? Forse dovrei mangiare meno. 
Mercoledì inizio la palestra, spero che riscoprendo la fatica di correre e similari, mi ricordi di mangiare meno schifezze.

Nel frattempo un test meraviglioso su Repubblica – http://canali.kataweb.it/salute/2010/04/09/quanto-sai-resistere-alle-tentazioni-del-cibo/ – mi ha fatto scoprire che sono un  Mangiatore emozionale, cioè mangio per riempire vuoti….

Meno male che me l’ho scoperto, io pensavo di avere qualche rarissima malattia che mi spingeva ad ingurgitare tutto quello che trovo di commestibile. Adesso mi devo solo augurare di non avere altri vuoti …


Settembre mese di analisi cliniche e check up. La ginecologa aggiunge, alla già lunga lista, anche un’ecografia mammaria.  Vado dal medico curante per le prescrizioni di rito.

Mi chiede:

– Quanti anni ha?

Rispondo:

– 37, perché?

Mi guarda con attenzione e ribatte:

– No, perché dai 45 anni è gratuita.

La mia espressione facciale di sbigottimento, deve suggerirgli qualcosa. Apre quindi un manualetto sulla scrivania ed alza la testa, dicendo:

Ah, mi ero sbagliato. L’ecografia è sempre a pagamento, non ha limite di età…

Soddisfatto della risposta continua a trascrivere le altre analisi.

Pertanto, ha fatto questa TREMENDA gaffe per scoprire che potevo anche avere 75 anni ed avrei pagato lo stesso o pensava davvero che potessi avere già 45 anni?????
La risposta non la voglio conoscere.


Questa è la settimana della moda femminile a Milano.

Stamattina dovevo ritirare dei documenti in giro per Milano e, dati i tempi stretti, ho deciso di muovermi in taxi.

Stranamente radiotaxi mi ha risposto subito. Avevo preventivato 10 minuti d’attesa telefonica per prendere la linea e trovare disponibilità, invece sono stata smentita.
Ho pensato che, finalmente, si fossero organizzati ed avessero aumentato la disponibilità di macchine per questo appuntamento.

Il tempo di percorrenza che generalmente è di 20 minuti, è stato di 20 minuti, non abbiamo trovato più traffico rispetto ad una normale giornata di maggio-giugno.
Ed a pensarci bene anche in metrò, non ho visto tanta gente strana; quelli della moda li vedi subito perchè vestono, oggi, come si farà tra due anni.

Mi è venuto il dubbio di aver sbagliato data, ed invece no, il tassista mi ha confermato che i giorni sono questi, ma ha aggiunto c’è poca gente in giro. La moda, ha detto, vive in un ambiente così alto che la città quasi non se ne accorge.

Purtroppo è vero. Il settore che produce il 6% del PIL italiano ed il 20% delle esportazioni, passa da qua e solamente da qua, e Milano non se ne accorge neppure.

Non c’è una sfilata pubblica, una festa in piazza, una manifestazione che coinvolga la gente, tutta, e non solo quelli che ci lavorano. Rien de rien ….

Allora mi è venuta l’illuminazione.

Vorrei suggerire al sindaco di Milano ed ai Responsabili della Camera della Moda di:

Invitare i cittadini a vestirsi con un colore specifico per ogni giorno della settimana:
Lunedì – Rosso
Martedì – Blu
Mercoledì – Nero
……( pensa i venditori e chi è qua per affari come percepirebbe positivamente questo aspetto …. e poi sai che bello vedere tutti in metrò con qualcosa di rosso …. Milano non sembrerebbe nemmeno tanto triste)

Ed infine la possibilità, dopo aver sfilato, di raccogliere i capi in una mostra che resterebbe aperta a tutto il pubblico ….

Per chi dirà che non è possibile, che qui si fa business, ricordo che alla Fiera del Libro di Torino ci sono gli editori grandi-grandissimi ma si può anche andare a fare un giro. Ed ogni cittadino di quella città si accorge che c’è la Fiera .

A Milano stamattina ti accorgevi solo dei cantieri di Mi-Isola molto desolati.

Per chi volesse maggiori informazioni sugli eventi della settimana
http://www.cameramoda.it/eventi/eventi_mostra.php?T=D ….


Il concorso di BOTTEGA VERDE mi ha incuriosito molto, in special modo la parte dedicata agli uomini …. e mi sono chiesta, pensando a me, alle mia amiche, alle donne che conosco insomma, come vorremmo che fossero, anzi che apparissero, gli uomini. 
Sull’essere magari ci penserò tra qualche post.

Mi è venuto subito in mente di suddividere le categorie per anni e di rivolgere un invito:

 

Dai 15 ai 20 anni Per favore non vi depilate più le sopracciglia o ,meglio, non le depilate più del necessario, il quale necessario consiste nel togliere la peluria sotto l’arcata e basta.
Le arcate depilate alla Star-Trek non sono andate di moda neanche negli anni ’70. Se lo fate per avere sguardi più luminosi che conquistano le ragazze, ricordate che alle ragazze piace l’uomo tenebroso.
Per quanto riguarda i capelli e gli altri peli in generale, ottima una bella sfoltita ma l’unica cosa che fa macho è il petto glabro, il resto no.
P.S. i denti si lavano due o tre volte al giorno, non a  settimana
.

Dai 20 ai 30 anni E’ sempre affascianante il profumo di un uomo, se poi è anche giovane ancora meglio, ma se l’aroma supera la soglia di tolleranza media corrispondente a 15-20 spruzzate al mattino, purtroppo crea solo disturbo. Se vi ricordate questo piccolo trucco, probabilmente riuscirete a parlare con una donna più di 3 minuti.
Per quelli che si avvicinano ai 30, ricordare che l’età delle mutande che si vedono, rientra nella categoria precedente; meglio puntare su un allenamento costante che mantiene inalterata la forma.

Dai 30 ai 40 anni Questa età è la migliore per chi è cosciente di questo, per gli altri è l’età in cui la pancetta inizia a farla da padrone.
Ricordo che puntare insistentemente la scollatura, lo spacco, le curve in generale di una donna può essere piacevole solo se lo sguardo è fugace, indugiando per più di 5 secondi sembrate cretini, per più di 10 secondi affamati, per più di 20 secondi scatta la frase “MA NEANCHE SE FOSSE L’ULTIMO UOMO SULLA TERRA”.
Per chi è vicino ai 40 anni ricordo che è sconveninete guardare le ragazzine.

Dai 40 ai 50 anni Massima attenzione ai peli nel naso, ai peli delle orecchie ed alle sopracciglia ispide, che donano l’aria da orso più che da tenebroso. Ricordarsi di lavarsi le ascelle e tutti gli altri componenti del corpo che tendono ad emettere effluvi. Le battute da bar che mai vi sareste sognati di fare è un bene che restano tali, al massimo vanno condivise con l’amico del cuore e con nessun altro al mondo.
Per chi è vicino ai 50 anni ricordo che è illegale fissare le ragazzine al di sotto dei 18 anni, oltre che immorale.

Dai 50 ai 60 anni NON PERVENUTO …………….


 

Che taillur meravigliso, qualcuno sa di quale stilista è?


Da un mail inviata da un’amica:

  Lo sai che esistono 3 miliardi di donne che

 non assomigliano a super modelle?

 E solo otto lo sono.

   
 
 

 

 

Lo sapevi che Marilyn Monroe indossava la taglia 46?

 

Se Barbie fosse una donna vera, 

sarebbe costretta a camminare a

quattro zampe per via delle sue

 proporzioni!  

 
  
 
 
 

 

La donna “media” pesa 66 kg . ed indossa una taglia compresa tra la 44 e la 46.

 
 

 
Una donna su quattro fra i 20 e i 25 anni soffre di disordini dell’alimentazione.

 

 

 

 

 

Le modelle sulle riviste sono PETTINATE

 – NON Perfette!!

 

  

Uno studio psicologico del 1995 ha dimostrato che 3 minuti trascorsi a guardare una rivista di moda provoca nel 70% delle donne una sensazione di depressione, colpa e di VERGOGNA!

 

                                                Le modelle di 20 anni fapesavano l’ 8%

 in meno della donna “media”.

Oggi pesano il 23% in meno……


Fine semestrale, bilancio che incombe. Sono presissima, ma mi sono fermato un attimo per dare un occhio ai giornali on-line e leggo che Bertolaso ha chiamato 300 psicologi a Napoli per l’emergenza rifiuti.

Qualcuno provvisto di buona volontà mi può spiegare perchè …. A Napoli c’è bisogno di spazzini, di senso civico, di senso dello Stato, dello Stato, di ordine pubblico e morale, di medici per l’inquinamento, ma gli psicologi a cosa, e sopratutto a chi serviranno?


Ancora una giornata grigia stamane, più marzo che giugno.  In metrò tutti belli coperti e belli sudati, tasso di umidità = paese tropicale nel periodo delle piogge.

Sono lì che acolto il mio mp3 ed entrano quattro ragazzi che si mettono dietro di me. Sembravano carini ma troppo giovani, e poi uno aveva una camicia verde acido, troppo acido per essere preso in considerazione. Sento che parlottano e mi arriva un lieve afrore di aglio, penso che devono essere stranieri.
Nel frattempo inizio a far caso agli sguardi degli astanti che convergono su di me. Avrò mica qualcosa che non va, tipo la camicetta aperta proprio davanti, la gonna impigliata nelle mutande ( cosa realmente accaduta alla sottoscritta ) ecc.ecc., ma ad uno sguardo veloce mi sembra di no. Allora comprendo che sono diretti ai 4 bad boys dietro.

E’ curioso come le donne possano essere così esplicite solamente con lo sguardo; in particolare mi ha colpito la faccia di una ragazza che li ha guardati ben ben per un paio di fermate poi all’atto della discesa si è voltato con l’espressione di chi pensa, vabbè sarete pure carucci e non mi filereste neanche per sbaglio ma con tutta probabilità se parlassimo insieme non riuscireste a calatamire al mia attenzione per più di un minuto.

Ho pensato che avesse ragione, anche per me la bellezza maschile è relativa, certamente una buona base di partenza ma poi ci deve essere anche qualcosa altro, altrimenti subentra una noia mortifera.

Chissà se gli uomini si annoiano della bellezza femminile?
Mi verrebbe da dire no, ma non ne sono certissima
.



La serata è stata perfetta. Si è incastrato tutto alla perferzione.

Il mio racconto ha preso vita, indipendetemente da me,  ed ha varcato spazi che nemmeno immaginavo.

Le mie parole hanno dato voce alle emozioni di tante persone diverse, ciascuna con le proprie motivazioni personali, e non pensavo di esser capace di far tanto.

Avevo proprio bisogno di vincere. Mi sento rinascere ad ogni complimento, ad ogni attestazione d’affetto, ad ogni segnale positivo che arriva.

Ho trascurato il blog e mi  dispiace, spero di rifarmi nel we…


Sono agitata.

Adesso esco dal lavoro e leggo Andrea Vitali, che consiglio a tutti coloro che hanno bisogno di calma, perchè secondo me la sua scrittura ha un potere rilassante che supera anche  migliori medicinali sulla piazza.


So che delle pubblicità degli assorbenti in Tv ne ha già parlato la Littizzetto e c’è ben poco da aggiungere …

Ma io pensavo di essere immune da questi messaggi semplicemente perchè cerco di non vederli e se proprio mi capitano tra una scena e l’altra di un film, mi assento con la testa o vado in bagno o vado a bere.

Tutto ciò fintanto che non ho comprato al Supermercato degli assorbenti in offerta. Mi accingo ad usarli e vedo che sulla bustina che li contiene ci sono delle scritte.
Anche se il momento non è proprio agevole, incuriosita leggo cosa ci può essere scritto su un’imballaggio di tal genere e resto sbalordita.

Riporto alla lettera i consigli offerti alle “donne in ciclo”:

  • Durante il ciclo mestrualeè preferibile non eccedere nel consumo di latticini ( EEHHHH!!!!!)
  • Il termine “Lunatica” riferito alla donna deriva dalle credenze che ritengono la vita della donna influenzata dalla Luna ( MA VA!!! )
  • Gli sbalzi climatici possono influenzare l’andamento delle mestruazioni ( Oh santo Cielo!!! )

E sotto ogni sapiente e dotto messaggino la frase: se vuoi saperne di più clicca www.xxxxx.com

Adesso a me l’unica cosa che  è venuta in mente di chiedere è:
Ma chi è il creativo che ha avuto un’idea del genere?
Io lo devo conoscere, lo devo guardare in faccia.

N.B. la marca degli assorbenti non la riporto perchè non vorrei fare pubblicità gratuita … ripongo la speranza, neanche tanto nascosta, che l’ideona sia talmente malsansa che si brucierà da sola.


Ero nel letto stanotte, non riuscivo a dormire. Già di giorno è difficile tenere a freno la testa ma di notte ….

Allora mi concentro e sposto il pensiero su cose vecchie, vecchie, vecchie. Mi faccio venire in mente un episodio di un paio di vite fa, cioè di quando ero a Napoli, e cerco di ricordare quanti più particolari possibili. Com’ero vestita? Le faccie delle mie sorelle, delle mie amichette? Gli odori della primavera. Cose così insomma.

Stanotte mi è tornata in mente una mia amica del cuore delle medie. Ero a casa sua sul balcone e stavamo guardando fuori verso un gommista dove c’era un garzone che le piaceva. A me mi sembrava un buzzurro però lei era la mia amica del cuore e non potevo dirglielo e poi la verità è che la subivo.

Comunque probabilmente mi stavo annoiando e guardavo le piante che ornavano la balconata. Allungo la mano e tocco dei fiorellini gialli e rosa, però sul colore non ci potrei giurare.

Lei mi dice: FERMA, che hai le mestruazioni!!!

Io allarmata le chiedo cosa potesse succedere? E lei: Si seccano le piante.

Mi è venuto da ridere, stanotte, a quel pensiero. Mi sono fatta tenerezza. Ero io quella ragazzina lì, che credeva ad una cosa del genere?

 


VORREI SAPER VOLARE OGGI


.-
anniversari, auguri speciali, frasi d’amore, ricorrenze, lettere d’amore …
.-
http://soparlaredamore.myblog.it/
.-
Per chi vuole scrivere una lettera, una frase speciale, un augurio e non sa da dove iniziare ……
.

banner8.png

 .

.