Archive for the ‘Dieta’ Category


Forse lasciare il blog non mi ha fatto benissimo … stamattina mi ritrovo con 5-6 chili in più rispetto alla primavera dell’anno scorso. Che faccio? Forse dovrei mangiare meno. 
Mercoledì inizio la palestra, spero che riscoprendo la fatica di correre e similari, mi ricordi di mangiare meno schifezze.

Nel frattempo un test meraviglioso su Repubblica – http://canali.kataweb.it/salute/2010/04/09/quanto-sai-resistere-alle-tentazioni-del-cibo/ – mi ha fatto scoprire che sono un  Mangiatore emozionale, cioè mangio per riempire vuoti….

Meno male che me l’ho scoperto, io pensavo di avere qualche rarissima malattia che mi spingeva ad ingurgitare tutto quello che trovo di commestibile. Adesso mi devo solo augurare di non avere altri vuoti …

Annunci

Da un mail inviata da un’amica:

  Lo sai che esistono 3 miliardi di donne che

 non assomigliano a super modelle?

 E solo otto lo sono.

   
 
 

 

 

Lo sapevi che Marilyn Monroe indossava la taglia 46?

 

Se Barbie fosse una donna vera, 

sarebbe costretta a camminare a

quattro zampe per via delle sue

 proporzioni!  

 
  
 
 
 

 

La donna “media” pesa 66 kg . ed indossa una taglia compresa tra la 44 e la 46.

 
 

 
Una donna su quattro fra i 20 e i 25 anni soffre di disordini dell’alimentazione.

 

 

 

 

 

Le modelle sulle riviste sono PETTINATE

 – NON Perfette!!

 

  

Uno studio psicologico del 1995 ha dimostrato che 3 minuti trascorsi a guardare una rivista di moda provoca nel 70% delle donne una sensazione di depressione, colpa e di VERGOGNA!

 

                                                Le modelle di 20 anni fapesavano l’ 8%

 in meno della donna “media”.

Oggi pesano il 23% in meno……


.-
anniversari, auguri speciali, frasi d’amore, ricorrenze, lettere d’amore …
.-
http://soparlaredamore.myblog.it/
.-
Per chi vuole scrivere una lettera, una frase speciale, un augurio e non sa da dove iniziare ……
.

banner8.png

 .

.


images.jpgE’ un po’ che ci penso … non riuscivo bene a capire i contorni … qualcosa che arriva e poi passa prima di averla afferrata … ma poi si è fermata.

HO visto l’intervista a Franca Sozzani della Bignardi  ( http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=invasioni&video=6605   questo è il link per chi se l’è persa ) e di tutto quello che ha detto mi ha colpito il fatto che  lei non ha mai neanche assaggiato in tutta la sua vita un TIRAMISU’.
Credo che la signora non abbia bisogno di presentazioni perchè è strafamosa, e ne è completamente cosciente, è un’icona di stile e di creatività, insomma una donna che ha votato la sua vita ad una passione, ad un ideale che è riuscita a plasmare come meglio le andava. E siccome lo ha fatto magnificamente noi tutti abbiamo stracomprato i suoi giornali e seguito tutto quello che diceva e soz.jpgconsigliava, forse ordinava più consigliare ma andava bene lo stesso. Molto probabilmente ha influenzato moltissimo il mio modo di vestire e di fare senza che neanche io lo sapessi. E mi va pure bene così, e fino all’interbista la invidiavo pure molto. Devo dire che in questo caso l’invidia è proprio la misura del successo raggiunto.
MA … adesso che so questa cosa del dolce … del quale peraltro sembrasse assolutamente imprenscidibile dalla sua carriera sfolgorante ( il mangiare pochissimo o non mangiare affatto) non la invidio più.
Da oggi credo che  dovrà invidiare lei a me, perchè io so che gusto ha un tiramisù e posso dire che vale veramente la pena assaggiarlo di tanto in tanto.
E come potrò comprare un giornale CondeNast è non pensare a questa donna affamata di successo a tal punto da affamarsi sul serio?

Pronti con il nostro Step, puntuali ore 20.00 per l’inizio della lezione. Il nostro istruttore è di là che intrattiene due nuove iscritte; bello come il sole si affaccia in sala e ci chiede di aspettarlo qualche minuto.

Qualcuna inizia a marciare, qualcuna a correre sul posto, io inizio a chiaccherare con la mia vicina di step. Carina, carinissima questa ragazza, mi dice se ho fatto caso che siamo le più cicciotte del corso.
Beh, come se avessi potuto non farci caso ….. praticamente io e lei affincate, ne oscuriamo 4 che ci sono dietro. Oscuriamo perchè nello specchio davanti non si vstep.jpgedono praticamente più. 
Purtroppo per noi, però, si sentono, ed una nuova dice all’altra che è la prima volta che fa spinning, e non sa se ce la fa a seguire, l’altra di rimando le dice di non preoccuparsi che se ce la fanno quelle là … indicando me e l’altra ragazza.

Avendo ovviamente sentito tutto, ci siamo guardate  e pronte a sferrare i colpi più biechi, ci siamo girate a fissare le 4 ragazzine niente culo, niente tette, niente cervello….
Arriva Davide che salta sullo step…. dobbiamo interrompere lo  scorticamento ottico.

Lezione durissima, coreografia degna di un balletto della Carrà, ultimi 5 minuti, tutte sudate ed appicicose, ci prendiamo uno spavento dovuto a:
1 .
un urletto cacciato dal mucchietto di ossa che avevo dietro alle mi spalle;
2 . un tonfo piuttosto forte dovuto a caraccolamento del sudetto mucchietto di ossa.

Dopo lo spavento, incontenibile risata generale. Io e la mia collega di ciccia, sudatissime ma in piedi, ci diamo il 5 ed urliamo: TOWAAAANDAAAA.

———————————–
P.S. volevo ringraziare il sito  http://www.x-elle.it/ che mi ha messo in prima pagina.  X-Elle.it è il primo portale italiano interamente dedicato alle donne dalle forme “morbide”, quelle che vestono dalla taglia 46 in su.  SECONDO ME VA BENE PURE PER QUELLE DALLA 46 IN GIU’


Allora, seguendo tutti ma proprio tutti i consigli cspinning.jpghe mi avete dato nell’altro post,  sto dimagrendo, piano piano ma ce la sto fcendo.

Stasera grande lezione di spinning, morirò affogata nel sudore ma domani mattina mi sveglierò più tonica, o almeno spero.

A tutti quelli che passano di qua buon WE.


Siamo arrivati al ristorante verso le 12.00, un po’ prestino ma ci hanno fatto accomodare subito.
Appena seduti ci hanno serviti gli antipasti. Vabbè, così damblè,  abbiamo iniziato a mangiare. E poi i bambini quando devono aspettare si innervosiscono. 
In due minuti ci hanno riempito il tavolo di antipasti. Devo dire tutto molto buono, in particolare il patè, di non si sa che cosa, era squisito.
Siccome praticamente non avevo ancora avuto il tempo di salutare le mie amiche che vedo raramente, stavo cercando di avvicinarmi ma hanno servito immediatamente il risotto. Abbiamo iniziato a ridere, pregando i papà presenti a mangiare lentamente, altrimenti entro le 13.00 avremmo già finito. Entro 30 secondi è arrivato l’altro primo.
Masticando lentamente, abbiamo mangiato i primi ma inesorabile appena sparecchiati i piatti, hanno servito i secondi. Buoni, molto buoni pure i secondi. Il vitello con lo zola, poi, una vera leccornia.
Alle 13.45 avevamo praticamente finito, premettendo che avevamo masticato lentamente e chi finiva prima veniva reguardito aspramente.
Ci siamo detti che se eravamo a lavoro potevamo tranquillamente timbrare la mezz’ora.

Finito tutto, i bimbi sono migrati nel giardino con mamme. Ai papà hanno cercato di sevrire per ben 3 volte i caffè. Loro hanno desistito ma non c’è stato verso alle 13.50 i caffè erano in tavola, accompagnati da dolce e ammazzacaffè.Finito il pranzo, alle 14.00 non sapendo più cosa fare ci siamo accomodati fuori nel bel patio. I bimbi hanno giocato in giardino e noi a prendere il sole del pomeriggio, molto piacevole dopo il tour de force mangereccio. Fortunatamente, ci hanno lasciati fuori tranquilli fino alle 16.oo e quindi abbiamo potuto chiaccherare senza particoalre affanni.Che dire, che se non fosse stata per la foga, sarebbe stato un pranzo perfetto.  Per gli amanti della velocità a tutti i costi, anche a pranzo, anche di domenica, è il posto ideale. Il ristorante è l’Osteria Cologno di Casalmaiocco.

Il menù …………..Antipasto –Selezione “Ludesana” di Salumi nostrani,Sformatino con Patate e Funghi,Verdure Fritte,*Raspadura di Grana Tipico Lodigiano,*Cotechino con Lenticchie  — Primi Piatti *Risotto Salciccia e Funghi – I Ravioli Caserecci al Burro D’orato con Trito di Salvia ——Secondi Piatti –Fesa di Vitello in Crema di Funghi  Patate Novelle, Filettino con Salsa allo Zola ,  Dolce Casereccio dell’Osteria Vini Az. Guglielmini e Bevande Compresi


A pranzo oggi si parlava del + e del – e poi di nuovo di lavoro, tanto per cambiare. E davanti ad un buon caffè siamo addivenuti ad una conclusione:

Ci sono domande per le quali non esiste una risposta verbale.

Sono quelle domande per le quali resti senza parole e l’unica reazione possibile resta quella fisica: o te vai  o gliele dai.  Ovviamente possono cambiare da persona a persona e dal contesto però credo che tutti noi abbiamo di queste domande…
Per esempio, quando mi chiedono: Come stai bene oggi, ma sei dimagrita?
A me l’unica reazione che mi viene immediata e menare, poi mi trattengo e mi limito ad un sorriso e me ne vado. Il fatto contigente che abbia preso 4 chili in un mese ovviamente aggrava la situazione. Probabilemente se fossi veramente dimagrita, avrei le parole per rispondere.

Stasera arrivo a casa e presa da un’insana follia, decido di pesarmi.

Quello che mi detto la bilancia è assolutamente incredibile: 74,8 no comment!!!!

 Urge assolutamente aiuto e sprone per non affogare nella mia stessa ciccia. Si lo so che ne ho iniziate mille di diete ma non che per caso qualcuno che passa di qua ha la Ricetta Magica??????

Taglie 44 e company


Io ho appena smesso la mia dieta di 3 giorni, mi sono alzata contenta e ho indossato un completino veramente carino che mi sta a pennello, nonostante l’abbia comprato qualche annetto fa. Truccata e tirata a lucido, mi sono guardata allo specchio e mi sono detta: Però, non sono mica male!

Io mi piaccio da morire, si lo so che sono rotonda e che oscillare tra la 48 e la 50 di taglia  non corrisponde propri a canoni moderni, ma mi piaccio lo stesso. E devo dire che anche chi mi sta intorno me lo  conferma; le forme abbondanti piacicono agli uomini e non creano invidia nelle donne, tranne quando metto in evidenza le tette, ma questa è un’altra storia.

Insomma dicevo, ero contenta e cosa leggo sul Corriere: Morbide o secche? Agli uomini piace la «44». Chi non ama le donne magrissime, pone però condizioni pesantissime: seno abbondante, vitino di vespa e glutei rotondi. Prima riflessione: ma perchè chi ha la 44 è da condirearsi taglia maxi???

L’articolo continua: Test. Quante volte avete sentito un’amica dire «a me piacciono gli uomini un po’ grossi (a Roma: buzziconi), con un po’ di maniglie dell’amore, con un po’ di pancia, lo ammetto mi fanno sesso, ecc. ecc. ecc.»? Svariate, probabilmente; magari si dissente, ma è un bacino d’utenza solido e confesso (specie tra le over quaranta, ma non sempre).Seconda riflessione: io non ho mai sentito nessuna donna che starebbe con un uomo solo per la pancia, semmai affermare che viste le altre qualità la pancia non conta. Invece: quante volte avete sentito un amico etero dire «a me piacciono le donne un po’ ciccione (a Roma: buzzicone), con maniglie-pancia?-ecc.»? Mai, probabilmente; anche se detti uomini esistono (lo testimoniano un tot di siti porno e varie dame soprappeso e sessualmente molto attive; lo sono spesso in segreto, però, i loro amanti preferiscono mostrarsi in giro con donne più smilze). Terza riflessione: no comment. Gli altri, quelli che dicono di amare le donne non magrissime, pongono condizioni pesanti: seno abbondante di alto livello però vitino di vespa; glutei di buone dimensioni ma “con le fossette”. Sì, le fossette. Anche quelle ci vogliono accidenti. Quarta riflessione: Ho sentito uomini fare apprezzamenti su donne formose, me compresa, e posso assicurare che il loro sguardo viaggia nell’insieme magari poi si focalizza sul particolare mai sentito nominare le fossette, un bel culo sì ma le fossette. E comunque sfido chiunque ad essere una taglia 48 ed avere le fossette sul sedere.

Ultima riflessione: Ma perchè porsi tutti questi problemi, tanto ci sarà sempre qualcuno a cui non andrò bene, anche se avessi il fisico statuario di Naomi Campbell, che peraltro ho sentito dire da diversi uomini che poi non è che sia questo granchè, nel senso che " non fa sangue". Immaginate voi, che sfida e poi scoprire che non va naenache bene a tutti.

Allora continuo a piacermi così con le mie amate forme e come dice mia mamma: chi vuol guardare guardi.

Dimenticavo la dieta


Il pensiero per mia sorella ed un altro paio di assillanti problemi a contorno mi stavano  facendo completamente dimenticare che io da oggi sono a dieta.

Mi sa che sono ancora in tempo però perchè da stamattina ho mangiato:

Due actimel di Danone alla frutta ed un cappuccino caldo con una sola bustina di zucchero.

Quindi se questi cibi sostituiscono la prevista colazione – Latte parz. scremato 150 g e 30 g cornflakes – posso passare al frutto a metà mattina.

Pranzo: Pasta al pomodoro 80 g – Verdura crude o cotte 200 g – Olio di oliva 15 g.

Merenda a metà pomeriggio: frutto o yogurt o barretta cereali e cioccolato ( tipo cerealix )

Cena: Petto di pollo 120 g – Verdura cotte o crude 200 g – pane 80 g – olio d’oliva 15 g.

Speriamo bene, se per stasera non mi viene un attacco di fame incolsulta, credo che ce la farò a rispettare queste che all’apparenza appaiono come semplici regole.

Ordine


Stavo mettendo in ordine i cassetti, operaaione che mi accingo a fare quando proprio non riesco più a trovare niente e cosa spunta fuori? La dieta che avevo iniziato due anni fa, datami da una dietologa e che avevo pagato fior di soldi.

Rassicuro subito tutti che l’ho mantenuta per una settimana e poi sono partita per Parigi e non l’ho potuta più seguire. SOLO QUESTO é IL MOTIVO PER IL QUALE NON HA FUNIONATO.
Ma adesso che sono cambiati i tempi, posso impegnarmi seriamente.

Sento di aver trovato uno scopo per il 2006, o almeno ci provo.

Da lunedì, ogni mattina post sulla mia nuova dieta. Per chi  vuole aggregarsi, l’entrata è libera.