Archive for the ‘Cucina’ Category


Forse lasciare il blog non mi ha fatto benissimo … stamattina mi ritrovo con 5-6 chili in più rispetto alla primavera dell’anno scorso. Che faccio? Forse dovrei mangiare meno. 
Mercoledì inizio la palestra, spero che riscoprendo la fatica di correre e similari, mi ricordi di mangiare meno schifezze.

Nel frattempo un test meraviglioso su Repubblica – http://canali.kataweb.it/salute/2010/04/09/quanto-sai-resistere-alle-tentazioni-del-cibo/ – mi ha fatto scoprire che sono un  Mangiatore emozionale, cioè mangio per riempire vuoti….

Meno male che me l’ho scoperto, io pensavo di avere qualche rarissima malattia che mi spingeva ad ingurgitare tutto quello che trovo di commestibile. Adesso mi devo solo augurare di non avere altri vuoti …

Annunci

.-
anniversari, auguri speciali, frasi d’amore, ricorrenze, lettere d’amore …
.-
http://soparlaredamore.myblog.it/
.-
Per chi vuole scrivere una lettera, una frase speciale, un augurio e non sa da dove iniziare ……
.

banner8.png

 .

.


images.jpgE’ un po’ che ci penso … non riuscivo bene a capire i contorni … qualcosa che arriva e poi passa prima di averla afferrata … ma poi si è fermata.

HO visto l’intervista a Franca Sozzani della Bignardi  ( http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=invasioni&video=6605   questo è il link per chi se l’è persa ) e di tutto quello che ha detto mi ha colpito il fatto che  lei non ha mai neanche assaggiato in tutta la sua vita un TIRAMISU’.
Credo che la signora non abbia bisogno di presentazioni perchè è strafamosa, e ne è completamente cosciente, è un’icona di stile e di creatività, insomma una donna che ha votato la sua vita ad una passione, ad un ideale che è riuscita a plasmare come meglio le andava. E siccome lo ha fatto magnificamente noi tutti abbiamo stracomprato i suoi giornali e seguito tutto quello che diceva e soz.jpgconsigliava, forse ordinava più consigliare ma andava bene lo stesso. Molto probabilmente ha influenzato moltissimo il mio modo di vestire e di fare senza che neanche io lo sapessi. E mi va pure bene così, e fino all’interbista la invidiavo pure molto. Devo dire che in questo caso l’invidia è proprio la misura del successo raggiunto.
MA … adesso che so questa cosa del dolce … del quale peraltro sembrasse assolutamente imprenscidibile dalla sua carriera sfolgorante ( il mangiare pochissimo o non mangiare affatto) non la invidio più.
Da oggi credo che  dovrà invidiare lei a me, perchè io so che gusto ha un tiramisù e posso dire che vale veramente la pena assaggiarlo di tanto in tanto.
E come potrò comprare un giornale CondeNast è non pensare a questa donna affamata di successo a tal punto da affamarsi sul serio?

Allora, seguendo tutti ma proprio tutti i consigli cspinning.jpghe mi avete dato nell’altro post,  sto dimagrendo, piano piano ma ce la sto fcendo.

Stasera grande lezione di spinning, morirò affogata nel sudore ma domani mattina mi sveglierò più tonica, o almeno spero.

A tutti quelli che passano di qua buon WE.


Siamo arrivati al ristorante verso le 12.00, un po’ prestino ma ci hanno fatto accomodare subito.
Appena seduti ci hanno serviti gli antipasti. Vabbè, così damblè,  abbiamo iniziato a mangiare. E poi i bambini quando devono aspettare si innervosiscono. 
In due minuti ci hanno riempito il tavolo di antipasti. Devo dire tutto molto buono, in particolare il patè, di non si sa che cosa, era squisito.
Siccome praticamente non avevo ancora avuto il tempo di salutare le mie amiche che vedo raramente, stavo cercando di avvicinarmi ma hanno servito immediatamente il risotto. Abbiamo iniziato a ridere, pregando i papà presenti a mangiare lentamente, altrimenti entro le 13.00 avremmo già finito. Entro 30 secondi è arrivato l’altro primo.
Masticando lentamente, abbiamo mangiato i primi ma inesorabile appena sparecchiati i piatti, hanno servito i secondi. Buoni, molto buoni pure i secondi. Il vitello con lo zola, poi, una vera leccornia.
Alle 13.45 avevamo praticamente finito, premettendo che avevamo masticato lentamente e chi finiva prima veniva reguardito aspramente.
Ci siamo detti che se eravamo a lavoro potevamo tranquillamente timbrare la mezz’ora.

Finito tutto, i bimbi sono migrati nel giardino con mamme. Ai papà hanno cercato di sevrire per ben 3 volte i caffè. Loro hanno desistito ma non c’è stato verso alle 13.50 i caffè erano in tavola, accompagnati da dolce e ammazzacaffè.Finito il pranzo, alle 14.00 non sapendo più cosa fare ci siamo accomodati fuori nel bel patio. I bimbi hanno giocato in giardino e noi a prendere il sole del pomeriggio, molto piacevole dopo il tour de force mangereccio. Fortunatamente, ci hanno lasciati fuori tranquilli fino alle 16.oo e quindi abbiamo potuto chiaccherare senza particoalre affanni.Che dire, che se non fosse stata per la foga, sarebbe stato un pranzo perfetto.  Per gli amanti della velocità a tutti i costi, anche a pranzo, anche di domenica, è il posto ideale. Il ristorante è l’Osteria Cologno di Casalmaiocco.

Il menù …………..Antipasto –Selezione “Ludesana” di Salumi nostrani,Sformatino con Patate e Funghi,Verdure Fritte,*Raspadura di Grana Tipico Lodigiano,*Cotechino con Lenticchie  — Primi Piatti *Risotto Salciccia e Funghi – I Ravioli Caserecci al Burro D’orato con Trito di Salvia ——Secondi Piatti –Fesa di Vitello in Crema di Funghi  Patate Novelle, Filettino con Salsa allo Zola ,  Dolce Casereccio dell’Osteria Vini Az. Guglielmini e Bevande Compresi


A pranzo oggi si parlava del + e del – e poi di nuovo di lavoro, tanto per cambiare. E davanti ad un buon caffè siamo addivenuti ad una conclusione:

Ci sono domande per le quali non esiste una risposta verbale.

Sono quelle domande per le quali resti senza parole e l’unica reazione possibile resta quella fisica: o te vai  o gliele dai.  Ovviamente possono cambiare da persona a persona e dal contesto però credo che tutti noi abbiamo di queste domande…
Per esempio, quando mi chiedono: Come stai bene oggi, ma sei dimagrita?
A me l’unica reazione che mi viene immediata e menare, poi mi trattengo e mi limito ad un sorriso e me ne vado. Il fatto contigente che abbia preso 4 chili in un mese ovviamente aggrava la situazione. Probabilemente se fossi veramente dimagrita, avrei le parole per rispondere.

Stasera arrivo a casa e presa da un’insana follia, decido di pesarmi.

Quello che mi detto la bilancia è assolutamente incredibile: 74,8 no comment!!!!

 Urge assolutamente aiuto e sprone per non affogare nella mia stessa ciccia. Si lo so che ne ho iniziate mille di diete ma non che per caso qualcuno che passa di qua ha la Ricetta Magica??????


A parte Precaria che ha capito, sento che devo specificare cosa intendo quando parlo di Braciole al sugo.

A Napoli e dintorni, la domenica si prepara, per tradizione, il sugo con le braciole. Laddove per braciole s’intende delle fette di manzo, che vengono battute e scosparse su un lato di sale, pepe, prezzemolo, aglio ( qualcuno ci aggiunge anche verdure, tipo melenzane grigliate, e qualcuno altro anche salumi, tipo pancetta o capocollo o prosciutto ). Poi vengono arrotolate a mo’ di involtino  e fissate con degli stuzzicadenti. Di seguito poi sono immerse nel sugo di pomodoro. La cottura richiede diverse ore e deve essere effettuata a fuoco lentissimo, in modo che il sugo possa bollire di tanto in tanto senza bruciarsi e possa emanare per gli astanti della cucina e dintorni un profumo ineguagliabile. Il sapore non si può descrivere a parole.

Ebbene questa tipologia di carne io a Milano non l’ho ancora trovata, probabilmente ne ignoro il nome in italiano.

Adesso però basta parlaredi cibo perchè, come ha detto Paolo, anche a me è venuta già fame e sono le 10.00 del mattino.

Pensare che stamattina ero assolutamente decisa ad iniziare La Dieta…….( non una ma la dieta ) ed eccomi qua ad immaginarmi con le pentole…. non va bene, non va bene.

Speriamo nella palestra o in un miraoclo……..

Buon lunedì a tutti. Clio

P:S: Paolo mi indichi il tuo blog, io per caso non ci sono mai arrivata?