Matteria ….


Storia matta. Ma d’altronde cosa altro può essere stasera. La serata è matta. Matta da ammattire. Ho mal di pancia, anzi ho mal di stomaco, proprio all’imbocco dello stomaco e se ci penso, al dolore intendo, mi fa pure male di più. La verità è che ho paura. Sì, sì ho paura. Forse se lo dico mi passa pure lo sfrigolio che sento nella testa ed il nodo alla gola, che poi coincidono perchè quando deglutisco, il battito che sento di sopra segna un colpo. Insomma da ammattire, per l’appunto.

E come se dovesse succedere qualcosa e non succede mai niente, e come avere un presentimento che non si avvera. Forse mi dovevo chiamare Cassandra, però non è esatto perchè lei le previsioni le azzeccava ma nessuno le credeva, io le assomiglio solo nel credere non nel prevedere. Vabbè, mi tengo il mio nome, anzi i miei, che due sono già difficili di per sè.

Debbo dire che quando ho scritto il raccontino, ero in fibrillazione per mia sorella e non pensavo davvero che mi potessero selezionare. Cioè, mi rendo conto che scrivo un po’ meglio della media e un po’ ci speravo che qualcuno notasse le mie 2000 battute, però da qua a che questo succedesse ce ne passa. E come chi compra un biglietto del supernalotto, spera ovviamente che sia vincente ma in fondo sa che le probabilità sono pressochè nulle, insomma lo compra per sognare e quello sicuramente lo ottiene. Ecco io ho scritto il raccontino per questo, per poter scrivere, per poter dire le cose secondo me nel modo che più mi piace, non l’avevo fatto leggere a nessuno ma perchè ripeto era mio, era il mio modo di intendere. E invece sono stata selezionata. E adesso ho 4 probabilità su 66. E non sono proprio pochissime, insomma il 6% di arrivare tra i primi quattro.
Venerdì si decide al Salone Internazionale del Libro, che non è proprio da buttare via come cornice di un’Iniziativa Letteraria. In realtà più che decidere, si proclama perchè le decisioni sono già state prese da una giuria qualificatissima, che al solo pensiero che hanno letto le 4 parole che ho racimolato mi ritorna il mal di pancia, il mal di testa ed il groppo alla gola. Porca miseria, a saperlo l’avrei perlomeno riletto ed avrei tolto un errore pazzesco. Però dell’errore se n’è accorto solo il mio capo massimo … o forse solo lui ha avuto il coraggio di dirmelo, non so. Comumque a tutti coloro che l’ho fatto notare mi hanno detto che le parole sono così incatenate l’una all’altra che non si nota, sarà!!!

Non volevo scrivere, non volevo scriverne ma non è che poi io sappia fare altro, mettere le parole l’una dietro l’altra mi permette di vedere le cose pià chiramente.

E quello che vedo adesso è che ho paura di non essere scelta, mi dispiacerebbe veramente tanto, non credevo neanche io di tenerci tanto, così tanto. Forse l’evento è più grande di quello che mi aspettavo, forse immodestamente mi sembra di aver scritto una buona cosa, però questo è un giudizio parziale perchè gli altri racconti non li ho visti. Non lo so, sono agitata. Forse sarebbe una piccola rivincita verso chi mi ha sempre deriso perchè leggevo in continuazione, forse forse forse quanti forse, la verità è che mi piacerebbe vincere perchè è bello arrivare primi ed, ormai. è tanto che non mi capita più.
Sì so che questo non mi fa tanto onore perchè scriverlo così spudoratamente è brutto, però a chi piace arrivare secondo? E terzo? E quarto? vabbè, chiudo qua perchè tanto più che sessantaseiesima non posso giungere.

 

 

Annunci

  1. leucosia

    e dici niente?!
    è già un traguardo, dai!
    in bocca al lupo!!!

  2. NightNurse

    ma che emozione!!!
    in bocca al lupo o a qualsiasi animale che possa portar fortuna!! ..e comunque..crederci sempre!! 🙂

  3. In ogni caso mi sembra sia già un successo! Mi piacerebbe leggerlo questo tuo racconto….fammi sapere come va, magari te lo pubblicano! 😉

  4. Tengo le dita incrociate per te. Comunque é giá una soddisfazione il fatto che ci siano persone che abbiano letto ed apprezzato il racconto, indipendentemente dal posizionamento.
    Un bacione!

  5. Aggiungo anche un quinto: a noi piace come scrivi.
    Forse non ti consola, ma te lo dico!

  6. Ciao Clio
    ma allora sarai a Torino ad assistere al verdetto?
    dovrai darcene notizia al più presto, e soprattutto svelarci cosa hai scritto o dove potremo leggerlo.

    in bocca al lupo!
    ciao
    Esploratore

  7. Sono felicissima per te, un po’ so quello che si prova in questo momento. Fammi sapere e anch’io avrei piacere di leggerlo.
    Un caro saluto
    Dona

  8. In bocca al lupo… Giulia




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: