questo commento è di XNON che di tanto in tanto ama provocare e devo dire che ci riesce bene, pertanto chiedo alle mie amiche BLOGGER che vorranno di rispondergli ……

Se il ciclo l’avessimo noi uomini, la pillola che e’ appena uscita che elimina il ciclo l’avremmo gia’ acquista tutti. L’uomo che ha un problema lo risolve subito se puo’. Se e quando avro’ anch’io i problemi da erezione certamente ricorrero’ ad una di quelle pillole “magiche”. Perche’ non dovrei, la soluzione e’ li’ a portata di mano, perche’ invece dovrei tenermi la seccatura e il problema? Addirittura se ne parla cosi’ bene che io, che non ne ho bisogno, sono tentato dal prenderla lo stesso (a mo’ di doping …), se non fosse per il fatto che e’ in questo caso e’ sconsigliato.

Voi donne, che andate in giro con assorbenti, con problemi di ciclo, perdite, ormoni, stati d’animo e quant’altro, che magari gia’ usate la pillola anticoncezionale, perche’ non passate (dopo esservi informati su tutti gli aspetti) alla nuova pillola che elimina il ciclo?

Annunci

  1. Sono un maschio, e non commento. Mi vergogno solamente.

  2. Il ciclo non è uno stato patologico, ma fisiologico…e non mi sembra il caso di imbottirsi inutilmente di medicinali che alterano quella che deve essere considerata (al di là di eventuali problemi di salute) una condizione assolutamente naturale.

  3. ilaria

    ma chi sarebbe sto scemo? eh no perchè è proprio, oltre che ignorante in materia, anche un piccolo uomo, con un piccolo cuore, una piccola mente e non vado avanti….

  4. ma chi e’ costui che lascia simili dichiarazioni ! sono indignata!
    queste parole sono fluite da una bocca di ignorante.
    1- ma che cazzo ne sapete voi uomini di ciclo e roba varia..
    2-ma chi credete di essere, con un fallo che avete vi sentite potenti? fate solo fallo ogni volta.
    3-credete di non aver bisogno, ma ne avete bisogno eccome!
    4-girare con gli assorbenti e’ uno schifo per voi? semplicemente non avete rispetto per le donne, un uomo non dovrebbe mai rispondere ad uno sfogo di una donna che si lamenta del ciclo.
    5-gli stati ormonali li avete anche voi uomini, quando vi girano le palle lo dimenticate?
    6-noi donne ringraziamo la natura e preferiamo avere la nostra femminilita’ in tutti i sensi, e non abbiamo bisogno di pillole.
    7-l’uomo che ha un problema lo risolve subito? si sicuramente, quello dell’erezione perche’ senza si sente inutile.
    molti uomini non sanno nemmeno chi e’ un andrologo, non fanno mai una visita alla prostata e cose varie, mentre noi donne pensiamo a tutto, e ci curiamo.
    Andiamo regolarmente dal ginecologo

  5. precaria

    no va be è da prendere a cinghiate questo qui!!!

  6. e a me che fanno prendere la pillola anticoncezionale per farmele venire, perchè non va bene che mi vengano ogni morte di papa? mah!

  7. vedi che chi ci ha creato ha fatto un lavoro perfetto!!!
    un abbraccio
    Dona

  8. mi associo a fabioletterario (:

  9. ma è una provocazione divertento o si deve rispondergli sul serio???

  10. elena

    rispondergli? Ma perché dovremmo perdere tempo a rispondere a una provocazione così palesemente da IGNORANTE?

  11. Cat

    Che cosa buffa!
    La varietà delle persone presenti al mondo mi ha sempre stupito.
    Non posso far altro che quotare il post di giovanna e di precaria.
    Sapete com’è, io sono donna, e soprattutto, so cosa vuol dire.

    Forse il problema è noi donne a volte sappiamo anche “essere uomo” e questo a molti che hanno solo sembianze da tali, non va giù!

  12. Se la mamma di questo tizio non avesse avuto le mestruazioni, non sarebbe rimasta incinta e lui non sarebbe nato. Non male, in quel caso no? cosí avremmo evitato di leggere tante cazzate tutte insieme

  13. Clio, non dare spago a quell’ignorante ma hai fatto bene a pubblicarlo, si commenta da solo

  14. Il ciclo quello ce l’ha nel cervello!

  15. d’accordo con tutti i commenti di cui sopra e solidale con te e con tutte le donne!

  16. Scusate,
    ma non capisco cosa ci sia di scandaloso in questo commento…
    forse non vedo io la malizia, ma la domanda mi pare leggittimamente posta.
    Io per prima, appena questo farmaco sarà disponibile in vendita in Italia e la letteratura medica sarà così ampia da garantirmi che non esistano controindicazioni, li acquisterò
    Perchè a me, fisiologiche o meno, le mestruazioni non piacciono.
    …..

  17. ‘giorno clio….non trovi pace con la foto in miniatura eh?

  18. Xnon

    Grazie Peperita,

    al di la’ dei toni provocatori, il commento e’ quello. Molte donne fanno uso della pillola anticoncezionale e hanno problemi durante il ciclo. In questi casi (e sottolineo in questi casi) usando la pillola di nuova concezione continuerebbero ad essere protette dalla gravidanza ed eliminerebbero il problema del ciclo.

    Nel mio commento ho fatto notare un approccio differente al ricorso dei farmaci per risolvere problemi tipici della natura umana. Gli uomini che soffrono di problemi di erezione non si vergognano di ricorrere a Viagra e derivati: quando ne avro’ bisogno anch’io, ricorrero’ senza vergognarmene. Forse perche’ nell’uomo c’e’ meno rispetto del proprio corpo o minore accettazione delle sue tendenze naturali? Amore per il farmaco? Non credo. Secondo me e’ un atteggiamento diverso: c’ho un problema, esiste un rimedio farmacologico, se i vantaggi di questo rimedio supera gli svantaggi ne faccio uso.

    Durante il femminismo (chi c’era o si e’ documentato lo sapra’) la donna sognava l’emancipazione e la liberazione dal ciclo (se non credete a me leggetevi gli articoli di Repubblica al riguardo). Poi i tempi sono cambiati e si e’ passati ad un maggior rispetto per il proprio corpo. Corretto, giusto sentire cosa il corpo ci dice, pero’ non vedo cosa ci sia di strano nel porsi ancora quell’obiettivo che un tempo era vostro: liberarsi dal ciclo, soprattutto quando questo e’ accompagnato da emicranie o altri fastidi. Perche’ santificare lo status quo e non aspirare ad un miglioramento dello stesso.

    La pillola ora esiste. Come per molte innovazioni (ricordo l’alba traumatica del vaccino), anche questa e’ colta con timidezza se non con sdegno all’inizio. Vedremo col tempo la percentuale di diffusione. Io, ferme tutte le giustissime e sacrosante considerazioni sulla validita’ e la sicurezza del farmaco, onestamente non ci vedo nulla di male.

    P.s.: onestamente non posso reputare una risposta un messaggio che contiene 0 argomentazioni e solo epiteti. Se avete un’opinione differente, trovate il tempo di articolarla e sintetizzarla, dopotutto internet non nasce ne’ cresce insultando le madri altrui

  19. Xnon

    >>>
    Il ciclo non è uno stato patologico, ma fisiologico…e non mi sembra il caso di imbottirsi inutilmente di medicinali che alterano quella che deve essere considerata (al di là di eventuali problemi di salute) una condizione assolutamente naturale.
    <<<

    Beh, infatti il punto e’ l’avverbio “inutilmente”. Conosco donne che hanno cicli con problemi 0 e altre che hanno cicli piu’ problematici (come nel caso di Clio, che ha dato spunto al mio intervento). In questi casi siamo certi che il farmaco sarebbe inutile?

    L’altro punto che affronti e’ il conflitto “fisiologicita’ vs farmaco”. Ebbene, anche qui posso risponderti che non deve, per definizione, vincere la fisiologicita’. Ci sono donne che utilizzano il farmaco per ritardare la menopausa: cosa dire in questi casi? E’ una sfida al lavoro perfetto fatto da Dio sulla donna? No, semplicemente credo che la nostra fisiologicita’ in alcuni casi non sia perfetta, in alcuni soggetti inoltre genera piu’ problemi che in altri e che il farmaco puo’ migliorare e dare benefici.

  20. Xnon ho preso spunto dal tuo commento per veder cosa ne pensassero gli altri blogger e come vedi le reazioni sono state disparate, però tutti sono andati +o- verso la stessa strada che il commento di Sicura Pina ha riassunto bene, non si tratta di uno stato patologico ma di uno stato fisiologico.
    Come dici tu se un uomo ha problemi di erezione che si curi pure giustamente, ma quello è un problema non è la normalità. Le donne normalmente hanno fisiologicamente un ciclo che ogni 28 giorni si rinnova. Ma questo è la normalità. Può darsi che in talune donne differisca e può diventare un problema ed allora si può curare ma altrimenti io proprio non vedo assolutamente nessuan necessità di eliminare qualcosa di naturale. COme dire mi da fastidio far pipì durante la giornata, mi prendo una pillola per non farla più.

    Io credo che non si trata di rinuncia al femminismo ed alle battaglie degli anni ’70, almeno non lo è nel mio caso ma soltanto di seguire cquello che è un ritmo naturale.
    Io non voglio essere pari agli uomini, iovoglio solo avere le stesse possibilità. Quindi anche il diritto a lamentarmi per qualcosa che è naturale.
    Ciao
    Clio

  21. Xnon

    Ho approfondito l’argomento al di fuori del blog suscitando reazioni simili a quelle che ho riscontrato qui. Premesso che condivido appieno quanto scrivi e lo trovo sensato, il risultato delle discussioni cercando di sintetizzare e’ stato: “la fisiologia umana, in assenza di patologie, e’ perfetta, non e’ il caso di modificarla”. Fatto salvo il concetto di patologia che e’ soggetto ad interpretazioni (la mancanza di una erezione a 60 anni ha cause patologiche o fisiologiche?) e fatte salve le controindicazioni dei farmaci (che sono legate alla scienza giovane della farmacologia), resta lo spartiacque proprio della modificazione della fisiologia umana, ovvero “se esistesse un farmaco X che modifica un aspetto Y della tua fisiologia, lo assumeresti?”. E qui si creano i gruppi: chi e’ curioso e risponde “perche’ no?” (una netta minoranza) e chi lo considera un sacrilegio (la maggioranza).

    Esempio pratico proposto da te (e qui sono cosciente che sono fortemente in minoranza):
    >>>
    Come dire mi da fastidio far pipì durante la giornata, mi prendo una pillola per non farla più
    <<<
    La risposta e’ si’, se in futuro quel farmaco esistesse davvero e fosse privo di effetti collaterali, io personalmente rinuncerei volentieri alla pipi’ e alla sua “sorella maggiore”, pur non soffrendo di patologie ;)))

    E sebbene la cosa faccia inorridire, l’ “overclocking” dell’essere umano, ovvero la richiesta di modificarlo e potenziarlo per rispondere alle proprie esigenze e non a quanto scritto nel DNA, suppongo sia uno dei temi ispirati della scienza. Sebbene daro’ l’impressione di mettere insieme cose diverse, ma mi chiedo cosa sono gli interventi di chirurgia plastica, le ore in palestra, la diete dimagranti, il tatuaggio, la tintura e le permanenti, il tacco o il lifting se non la risposta (talvolta imperfetta) ad una richiesta dell’uomo di opporsi al suo DNA e di decidere lui come deve apparire e funzionare. A parte Brad Pitt, chi alzandosi al mattino davanti allo specchio o sopra una bilancia non vorrebbe avere un aspetto diverso? E chi lavorando la terra o in miniera non vorrebbe avere una forza diversa nelle braccia? Chi facendo sesso non vorrebbe avere altre risposte o altre risorse?

    Penso che tutti abbiamo qualcosa che vorremmo modificare, solo che oggi esistono per queste risposte principalmente rimedi “naturali”, quelli “artificiali” e privi di controindicazioni si contano sulle dita di una mano. Quando non sara’ piu’ cosi’, l’ “overclocking” dell’essere umano avra’ molti piu’ sostenitori …




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: