La politica produttiva


Iieri sera guardavo Otto e mezzo sulla LA7, si parlava dell’antipolitica e del clima sempre avvelenato che circonda la politica italiana. Insomma tema sempre attuale  nel nostro paese, che è incentrato sui problemi della sinistra quando a parlare e la destra, e sui problemi della destra quando a parlare è a sinistra.

Poi interviene la Brambilla e fa uno spot pubblicitario, recitato pure maluccio devo dire, però i miei commenti non fanno testo perchè a me non piace la signora.  Ad un certo punto, dopo il discorsuccio approda allo slogan che penso sarà quello che lo accompagnerà nelle prossime elezioni o giù di lì, anche se ci tiene a specificare che il suo non è un partito ( MAH!!!) e dice:
LA POLITICA DEV’ESSERE PRODUTTIVA, cioè se il cittadino da allo Stato cento sotto forma di tasse gliene deve ritornare in servizi altrettanto se non di più.

Ci ho pensato per tutta la sera a questa fatidica frase e io non voglio assolutamente che la politica produca, io voglio che la politica guardi al futuro, inventi, predisponga, sostenga i più deboli, faccia studiare chi ne ha voglia, mi curi, mi difenda, si preoccupi di vaccinare i bambini, accolga quelli più disperati, si accordi con gli altri paesi per non fare scoppiare guerre, sia diplomatica, insomma che sogni i sogni grandi che io da sola non posso fare.

Mio marito, più prosaico, sbotta su: ma un operaio, una persona normale come può votare questa qua?

Annunci

  1. Ciao, Clio sono passato a trovarti, blog interessanti, presto ritorno da qui per commentare alcuni tuoi passaggi. Ciao. Robert.

  2. La tipa l’ho vista pure da Vespa ierisera. Doveva essere il suo giorno!!!!

    Mi ha dato l’impressione della tipica figlia di papà che al di fuori della sua cerchia formata da persone di uguale status tutti snob e pieni solo di denaro non sappia nulla…nulla del mondo e di come si vive nulla dei veri problemi nulla della gente normale….
    Parla secondo me solo perchè qualcuno un più colto di lei le ha scritto le parole giuste da dire…
    Vabbè…basta dire che da giovane è stata finalista di Miss Italia…

  3. Purtroppo temo che ci siano molti operai (ma anche disoccupati, sotto-occupati, mal-occupati…) che la voteranno, perchè quelli della sua parte non propongono le cose giuste che vorresti tu (e che vorrei anch’io).
    Propongono sogni. La scheda elettorale come un gratta-e-vinci.
    Soltantoc he vincono sempre loro…

  4. beh credo abbia ragione tuo marito…come si fa a voltarli?




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: