Le parole per dirlo


Grazie ad un buon suggerimento ho scoeprto questo libro di Marie Cardinal – Le parole per dirlo.

La caparbietà, l’intelligenza, la forza interiore di una donna fanno sì che attraverso il grave malessere fisico e psicologico e con il "solo" aiuto della psicoanalisi, la donna stessa si ritrovi, anzi rinasca e trovi il vero spirito che anima la sua natura. Lo scontro fortissimo tra madre e figlia, attraverso il dramma di due vite. Storie di vita, storie di donne….

Fin qua tutto bene… rivivo le situazioni con mia madre, l’adolescenza, ed un po’ mi ci ritrovo, poi fortunamente è prevalso l’amore dapprima, la sorellanza dopo. Adesso siamo due donne accomunate dallo stesso destino di donne che vanno avanti  ciascuna secondo le proprie possibilità …

Fin qua ancora tutto bene… poi penso che il libro è stato scritto all’inizio degli anni ’60 e  si parla di un’infanzia a cavallo tra le due guerre, tanto è vero che termina con le parole …. e poi venne il maggio ( del ’68 ) e tutto cambiò per le donne. O quasi tutto …..

Di anni dal maggio ne sono passati quasi 40, eppure ancora oggi succedono queste cose:

– Il marito la picchiava e abusava della figlia quasi adolescente. Dopo la denuncia e sette anni di carcere inflitti dalla corte d’appello, la donna, che vive a Caltanissetta, ha deciso di risposare l’ex coniuge. Tra i due, dopo sette anni di abusi e altrettanti dietro le sbarre, è rinato l’amore; si sono nuovamente uniti in matrimonio due settimane fa. L’uomo, come scrive il Giornale di Sicilia, ha cominciato a picchiare la moglie e a stuprare la figlia circa 14 anni fa, quando, stanco di non trovare lavoro, ha iniziato a bere.

Ancora oggi, una donna è "capace di perdonare" un uomo che fa violenza alla propria(di entrambi) figlia … e nonostante tutto lo risposa per giunta. E della figlia nessuna menzione, come potrà questa figlia perdonare un tradimento così brutale, perpetrato due volte nei suoi confronti….

Non so, sono senza parole con una certezza abbastanza forte sul fatto che questa donna si sia ripresa quest’uomo perchè altrimenti non aveva di che vivere….tutto ciò è brutale ma sono quasi certa che corrisponda al vero. Se questa donna avesse avuto un lavoro stabile e dignitoso che gli avesse permesso di vivere, forse, non se lo sarebbe ripreso quell’uomo …. non so che altor dire, io non le trovo le parole per dirlo.

Annunci

  1. elena

    la figlia pare viva con i nonni e una sorella, ormai sarà grande e per fortuna potrà decidere di non rivedere mai più nessuno dei due mostri che l’hanno messa al mondo. Ma quella donna credo, temo, abbia altri motivi per essersi ripresa un uomo del genere. Ci sono donne, purtroppo, che non riescono a staccarsi dall’amore malato e insensato per uomini che le maltrattano, ci sono donne, purtroppo, che amano di più il proprio compagno che non i propri figli, e per questo sono pronte a tutto. C’è sicuramente qualcosa di malato in loro che andrebbe analizzato a capito. Ma la reazione che viene subito in superficie è una grandissima rabbia e tanto disgusto.

  2. Non credo che sia solo una questione economica.
    Ci sono donne capaci di amare molto oltre la logica, fedeli come cagnolini al loro “padrone” e disposte a tutto per lui. É triste dirlo ma purtroppo esistono, come esistono “uomini” con il bastone sempre a portata di mano, pronti ad approfittarne.

  3. anch’io provo disgusto … ed anche amando il mio compagno scarto assolutamente l’idea di potergli stare solo vicino sapendo che ha atto male a mio figlio… Io di norma non critico perchè prima bisogna attraversarla un’esperienza per comprendere certe scelte, ma in questo cas non ce l’ho fatta.
    Clio

  4. 4) Che prove hai nei confronti di Berlusconi?
    da http://domenico-schietti.blogspot.com/2007/04/milano-i-pedofili-e-il-trio-ligresti.html

    Lo sanno tutti chi è Berlusconi, io se volete posso aggiungere che prima di internet stampavo i miei giornali e varie altre pubblicazioni presso un tipografo mio amico. Mi prestava le macchine. Per non avere debiti per la carta e l’inchiostro saltuariamente aiutavo alcune ore suo padre nel magazzino della tipografia. Era un vecchio partigiano della brigata del Pesce. Si divenne amici.

    Poco prima di morire mi confessò che finita la guerra andò a lavorare in Garzanti. Di notte stampava presso la Garzanti giornaletti pornografici per Paolo e Silvio Berlusconi. Nel giro di pochi anni guadagnò a sufficienza per poter aprire una tipografia in proprio, quella che mi prestava i macchinari di stampa, mentre la Garzanti potè aggiornare tutti i suoi macchinari e rimanere sul mercato delle enciclopedie ed infine Berlusconi , lo sappiamo tutti, con metodi da setta degli ingegneri scientisti cominciò ad impadronirsi di terreni pagandoli anche la metà del loro valore.

  5. E.

    A me sembra un po’ facile leggere una notizia sul giornale, che riguarda qualcuno di cui non sappiamo nulla, ritagliarci sopra mille fantasie e concludere “Che stronza”.
    La realtà, mi è toccato di sperimentare, è molto più complessa. Magari, se questa fosse una tua amica, ti raccontasse le sue motivazioni, le sue tristezze, ti raccontasse questi suoi sette anni e i sette anni di suo marito e i sette anni di sua figlia. Io penso che sì, avresti un occhio diverso.
    E poi tagliare un giudizio del genere vuol dire pensare che il carcere sia uno strumento di punizione e non di integrazione, di ri-educazione.
    Magari questo è stato sette anni in galera e, una volta tanto, invece di diventare un animale, ha riflettuto su di sè, magari. Ogni tanto capita che qualcuno ce la fa.
    Ti consiglio un film, si chiama “the woodsman”. E’ un po’ difficile da guardare, ma a me ha fatto venire in mente un sacco di domande.

  6. nike 42

    schietti BASTAAAAAAA. tOGLIETECELO DALLE BALLE.E’ peggio del paolini!!!!!

  7. camilla dente avvelenato

    BANNALO SPAMMALO…FAI QUALCOSA. SI SVEGLIA ANCHE PRESTO PER SCRIVERE CAZZATE.Parlo ovviamente dello schietti

  8. Bannare quel testa di c. del motore di schietti?
    Si può!
    Per chi non lo sapesse nel pannello di controllo dei blog c’è una sezione dedicata allo spamming.
    Il percorso è:
    Pannello di controllo, sezione Riassunto, in basso a destra su Scorciatoie c’è l’opzione per impedire a qualcuno di commentare. Non capisco perchè la redazione non lo “sbatta fuori” da kataweb, ma che dobbiamo fare… a noi comuni mortali spesso ci sega, a lui no! L’ho sempre pensato che nella vita bisogna essere “cafoni”. Si campa meglio e con più diritti 🙂

    Ciao e complimenti per il tuo post, è bellissimo.

    La Lima

  9. Una considerazione sul bannaggio di Schietti. Lui usa spesso differenti Pin di accesso a internet e quindi dovete anche eliminare tutti i commenti con le parole Motore di Schietti e Schietti stesso, sennò non funziona.
    Come fanno molte donne ad amare così delle bestie io non lo capisco. Capisco invece che le donne hanno una capacità d’amare così ampia che può superare l’amor proprio. Ma la figlia? Lei cosa c’entrava?

  10. piera b

    Leggo che magari durante il carcere quest’uomo si sia redento? Ma da quando il carcere è dvenuto un percorso di rieducazione e di reintegrazione. E’ solo un perscorso punitivo ed è giusto che sia cosi’: SE l’avessero giudicato malato sarebbe stato accolto da altre strutture non dal carcere. Oggi appare come un nuovo uomo ma chi di noi non avrebbe paura che una volta ritornati alla routine non possa accadere di nuovo? ha fatto benissimo la ragazza che grazie al suo coraggio si è allontanata (con all’interno del suo cuore un buco incolmabile a vita perdere i genitori ancora in vita e sentirsi sempre addosso la paura di chi non ha nessuno a proteggerla) da quel ceppo deviato dal quale è stata messa al mondo. Lei non ha creduto in loro. Le sue cicatrici bruceranno cosi tanto da aver paura che tutto possa ripetersi. Non credo che sia facile giudicare la gente. Ma non credo che leggendo questa storia da qulasiasi angolazione, la reazione ai fatti possa essere diversa dal disgusto per la cattiveria perpetrata, della compassione per il dolore (fisico e psicologico) seminato e dell’angoscia che chiunque di noi persone possa nascondere dentro di se una porzione di questo schifo che costoro hanno messo fuori.




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: