Milano in una mattina di Ottobre


E non è che le cose vadano propriImages_1o nel verso giusto, non ancora perlomeno…..

Allora decido di fare due passi a piedi e scendo due fermate prima……..

Oggi a Milano il cielo è coperto ma in questa città questa tonalità di grigio dona. E come se questo fosse il colore naturale delle mura dei palazzi, dei monumenti, forse questo è il colore del lavoro.

Mi è parso sempre strano pensare di andare a lavorare in un posto dove domina il sole, mentre riesco ad immaginarlo benissimo nei posti dove il tempo metereologico è più inclemente.

E forse lo devo anche al tratto malinconico che di tanto in tanto fa capolino ma una mattinata così mi pare l’ideale per un incontro speciale……. L’incontro non c’è stato ma la predisposizione d’animo mi sembra già un buon inizio, forse il grigio s’intona bene anche con me……….

Annunci

  1. “ah, signora mia…e poi va tanto quest’anno, sa?”
    😉

  2. Secondo me invece aiutano più i colori e un bel sole. Se fuori è tutto grigio lavori con rassegnazione, se invece fuori c’è un sole splendente che ti chiama lavori con voracità, diventi una trottola perchè hai voglia di finire presto e volare via…. meno male che non sono di Milano!

  3. Stamattina dalla finestra del mio ambulatorio filtrava una luce dorata di un sole tiepido che inteneriva il cuore. Mi sono detto: a modo mio sono anche fortunato!

  4. Boh

    Io adoro il duomo quando c’è la nebbia bassa e le guglie si stagliano contro il cielo… Boh

  5. Xnon

    Ti sbagli, controlla meglio, non sono le guglie che si stagliano contro il cielo, ma un pezzo di vile cartone messo li’ da qualche banca.

    http://www.beppegrillo.it/2006/10/safano_e_procro.html

    Senza offendere la sensibilita’ dei milanesi e il suo onorevole(?) sindaco, ma gia’ avete la citta’ piu’ deprimente d’Italia, se poi nascondete anche le poche opere presenti …

    Sono stato a Milano 2 o 3 volte … un incubo! Non vedevo l’ora di tornare a casa! Eppure sono uno a cui piace viaggiare! Una citta’ no-sense, fuliggine e smog ovunque, opprimente con le sue auto parcheggiate sui marciapiedi o perennemente in coda. Tutti impazziti, tutti di fretta, anche i colombi della stazione che entrano nel bar, consumano, e sembrano in preda a convulsioni. 100% grigio, 0% verde. Per non parlare del dialetto, da “scemo del villaggio” (solo i milanesi potevano inventarsi la parola “pirla”).

    Ahhhh, l’ho detto, mi sento meglio. Al diavolo il politically correct. La Campania ha un milione di difetti che le riconosco tutti, senza sconti, ma Milano … bleah!

  6. Boh

    Caro Xnon odio rispondere in modo polemico ma vorrei farti notare due o tre cosine premettendo che Milano non è sicuramente il posto più bello del mondo ma ha il suo fascino.

    a. se non sai cosa significa l’espressione “è come la fabbrica del Duomo” non puoi capire perchè il nostro splendido Duomo è sempre impacchettato…
    b. paragonare Milano alla Campania è come paragonare New York alle Maldive
    c. parlare di “scemo del villaggio” quando non riuscite nemmeno a smaltire la m…. che producete, scusami tanto ma stona un pò

    Mi fermo qui per non scadere nell’inutile polemica e torno nella nebbia che avvolge romanticamente il Duomo e Milano.
    Boh

  7. Xnon

    Ma dai, Boh, ti sei offeso? E su … ;D

    > “non puoi capire perchè il nostro splendido Duomo è sempre impacchettato”

    Capisco benissimo ma non condivido perche’ c’e’ la pubblicita’ della Banca sulla facciata di un Duomo. Ma la storiella dei mercanti fuori dal tempio la so solo io?

    > c. la m..da a Napoli

    ma, se e’ per questo 2 giorni fa qualcuno ha cercato di aprire la porta blindata di casa mia, qui in Campania. Vedi tu.

    Guarda che io dalla Campania me ne sono andato proprio per gli enormi problemi che non ho difficolta’ ad elencare (gia’ fatto in un precedente post di Clio, in cui l’ho distrutta la mia citta’). Ma visto che questo post era su Milano e sul fascino del grigio e della nebbia … ho detto la mia. E che poi mi vien da ridere quando sento parlare qualcuno in milanese per quanto e’ ridicolo quel dialetto, boh, non ci crederai ma e’ vero.

    Se puo’ di’ “a me nun me piace” o no? ;D

    Ciao boh, e non te la prendere. Tanto quando scrivi non si sente il tuo dialetto ;DDD




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: