Maria de’ Medici e l’Olocausto


Di tanto in tanto, nel settore storia della biblioteca vado a cercare qualche biografia interessante. in genere le vite di regine, eroine, donne di malaffare mi interessano sempre tantissimo, come se leggere della vita di altre mi desse spunto per la mia.

Mi capita tra le mani: Maria de’ Medici di Andrè Castelot. Inizio il libro. Scritto bene, anzi ben tradotto. Richiami storici per inserire il contesto e qualche notizia di piccola storia. Quando arrivo verso pagina 50 mi sovviene che io la vita di Maria de’ Medici l’avevo già letto in qualche altro libro ma forse mi confondo perchè questa storia è diversa. Proseguo.

Ma dopo altre pagine, escludo di essermi rimbabita così tanto e faccio mente locale. Ebbene sì ho letto l’altro libro di una storica italiana, il nome lo deve ancora localizzare.

Ma la Storia era completamente diversa.

Un libro, quello francese, mette in risalto la pochezza e la dabbenaggine della regina, la sua inadeguatezza come madre, la malsana influenza che lei subì dai cortigiani fiorentini di cui si era contornata anche alla corte di Parigi, in particolare i coniugi Contini descritti come degli avvoltoi. In più evidenzia i continui intrighi che la regina tessè ( questo verbo chissà se è giusto) per tutta la sua vita, mettendo la Francia più volte sull’orlo della guerra civile. Meno male che il cardinale Richeliu riusci a riportare con la sua abilità e la sua scaltrezza il paese alla cristianità ed al re impavido e inadeguato Luigi XIII.

Il libro italiano al contrario faceva apparire la regina come un’attenta osservatrice della corte francese per i primi anni in cui si trovò a Parigi e come una grande governatrice del regno per i sette anni in cui si trovò da sola a reggere il trono per nome e per conto del suo debole figlio di soli 9 anni. Inoltre la sua politica relativa ai matrimoni dei figli fece sì che tutti i suoi figli si accasassero con re e regine di tutta Europa. Praticamente era suocera del re di Spagna, del re d’Inghilterra e del re di Savoia e a suo figlio fece sposare l’erede degli Asburgo. Mamma attenta non smetterà mai di curare e scrivere a tutti i figli dei quali conosceva di ciascuno vizi e virtù. La guera civile sopra sfiorata a più riprese, in questo libro è sempre scongiurata grazie alle relazioni che Maria seppe tenere con tutti i prinicipi del Regno, anche quelli protestanti.

Non continuo ma sono sconcertata dalla diversa lettura che si può dare di fatti che oramai sono stati acquisiti come storici!!!!!!! Ci penso ancora un po’ e mi dico ma d’altronde se ancora oggi qualcuno sostiene che l’Olocausto non c’è stato, perchè mi meraviglio di questo????

Chissà qual’è la vera storia di Maria de’ Medici?

Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: